Ti trovi in: SUAP >

SUAP

 

 

                                                                      SUAP – SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

A decorrere dal 1° Ottobre 2011, per avviare, modificare, cessare un’attività produttiva (industriale artigianale, commerciale, agricola…), è obbligatorio ai sensi D.P.R. N. 160/2010, inviare le pratiche esclusivamente per via telematica tramite il portale nazionale

                                                                                         www.impresainungiorno.gov.it

Le pratiche presentate in formato cartaceo, sono irricevibili, e quindi non produrranno alcun effetto giuridico.

L'amministrazione comunale informa che dal 28/07/2016 con il Decreto Legislativo 30 giugno 2016, n. 126, recante “Attuazione della delega in materia di segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), a norma dell'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124”, è stata modificata la disciplina generale applicabile ai procedimenti relativi alle attività private non soggette ad autorizzazione espressa e soggette a segnalazione certificata di inizio di attività, ivi incluse le modalità di presentazione delle segnalazioni o istanze alle pubbliche amministrazioni. Resta ferma, ovviamente, la disciplina delle altre attività private non soggette ad autorizzazione espressa.

Con l’articolo 3 del decreto vengono apportate modifiche alla legge 7 agosto 1990, n. 241 ed in particolare agli articoli 19, 20, 21 e 29 ed inseriti i nuovi articoli 18-bis e 19-bis relativi rispettivamente alla “Presentazione delle istanze, segnalazioni o comunicazioni” ed alla “Concentrazione dei regimi amministrativi”. Documento Scaricabile Link

Visto il decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222, recante “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell’articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124 pubblicato sul Supplemento ordinario n. 52/L della Gazzetta Ufficiale 26/11/2016, n. 277 si provvede alla pubblicazione della nuova Tabella A, allegata al decreto, nella quale sono delineate le definizioni di Comunicazione, SCIA, SCIA Unica, SCIA Condizionata e Autorizzazione, ed altresì individuato l’elenco delle attività soggette a SCIA e ad altre comunicazioni, .in particolare per le attività attività commerciali, l’edilizia e l’ambiente.


 

Si informa che per i procedimenti inerenti SCIA, SCIA Unica, SCIA Condizionata e Autorizzazione per le attività commerciali:

  • L’amministrazione procedente è il Comune di Ladispoli

  • L’Ufficio presso il quale prendere visione dei documenti in forma cartacea è l'Ufficio Commercio e Sviluppo Economico - Sportello Unico SUAP del Comune di Ladispoli, sito in Pzza Falcone 1 - Tel. 06/99231256 -308- 255 -e- mail: suapcomunediladispoli@pec.certificazione.posta.itmentre in modalità telematica tutti i procedimenti in itinere sono consultabili sul portale www.impresainungiorno.gov.it

  • Il Responsabile del Procedimento è la Dott.ssa Manuela Colacchi, e che in caso di inerzia il Segretario Generale Dott.ssa Sussana Calandra provvede alla conclusione del procedimento.

I termini di conclusione del procedimento sono i seguenti:

 

SCIA SEMPLICE: ai sensi dell'art. 19 della legge n. 241 del 1990, l'attività può essere iniziata immediatamente; entro 60 giorni (30 in materia edilizia) la Pa effettua i controlli sulla sussistenza dei requisiti e dei presupposti richiesti per lo svolgimento dell'attività; quando sia accertata la carenza di tali requisiti, la Pa può vietare la prosecuzione dell'attività o chiedere all'interessato di conformare l'attività alla normativa vigente;

 

SCIA UNICA: si applica l'art. 19-bis, comma 2, della Legge n. 241/1990. Quando per lo svolgimento di un'attività soggetta a Scia è sono necessarie altre Scia o comunicazioni e notifiche, l'interessato presenta un'unica Scia allo Sportello Unico del Comune, il quale la trasmette immediatamente alle altre amministrazioni interessate per i controlli di loro competenza.
Se entro 60 giorni (30 in materia edilizia) si accerta la carenza dei requisiti, la Pa può vietare la prosecuzione dell'attività o chiedere all'interessato di conformare l'attività alla normativa vigente.

SCIA CONDIZIONATA: (art. 19-bis, comma 3, della Legge n. 241/1990): quando la Scia è subordinata all'acquisizione di autorizzazioni o atti di assenso comunque denominati, l'interessato presenta l'istanza allo Sportello Unico contestualmente alla Scia. Entro 5 giorni è convocata la Conferenza di servizi. L'avvio delle attività è subordinato al rilascio delle autorizzazioni, che viene comunicato dallo Sportello Unico all'interessato.

 

Per le attività soggette a Scia, il termine di diciotto mesi entro il quale può essere disposto l'annullamento d'ufficio (art. 21-nonies, comma 1, legge n. 241/1990), decorre dalla data di scadenza del termine previsto dalla legge per l'esercizio del potere ordinario di verifica da parte dell'amministrazione competente.

 

Resta fermo quanto stabilito dall'articolo 21, comma 1, della legge n. 241 del 1990: "in caso di dichiarazioni mendaci o di false attestazioni non è ammessa la conformazione dell'attività e dei suoi effetti a legge o la sanatoria prevista dagli articoli medesimi ed il dichiarante è punito con la sanzione prevista dall'articolo 483 del codice penale, salvo che il fatto costituisca più grave reato".

 

AUTORIZZAZIONE: Quando la tabella indica l'autorizzazione, è necessario un provvedimento espresso, salvi i casi in cui è previsto il silenzio-assenso ai sensi dell'art. 20 della Legge n. 241/1990. Se per lo svolgimento dell'attività è necessario acquisire ulteriori atti di assenso, si applicano le norme in tema di Conferenza di servizi (artt. 14 e ss. Legge n. 241/1990).Entro 5 giorni è convocata la Conferenza di servizi per acquisire le autorizzazioni, il cui rilascio è comunicato dallo Sportello Unico all'interessato. Quando la tabella indica l'autorizzazione più la Scia, la Scia unica o la comunicazione, alla domanda di autorizzazione è possibile allegare una semplice Scia, una Scia unica o una Comunicazione per le attività che lo prevedono.

 

AUTORIZZAZIONE CON UNA S.C.I.A O CON UNA COMUNICAZIONE

Se la tabella indica sia prevista l’autorizzazione più la S.C.I.A., alla domanda per l’autorizzazione deve essere presentata anche la S.C.I.A. (ad es. per la prevenzione incendi). 

 


 


 



Emissioni in Atmosfera

arrow.png
Link Attività soggette a comunicazioni   Link Emissioni in atmosfera info   Link Sportello....


Strutture Agriturismo

arrow.png
La L. R. del 2 novembre 2006 n. 14 pubblicata sul B.U.R.L. n. 31 del 10.11.2006 stabilisce le nuove norme in....

Strutture Ricettive Turistiche

arrow.png
Le strutture turistiche ricettive sono attività sia imprenditoriali che non imprenditoriali tese alla fornitura....



Normativa e regolamenti

arrow.png
AVVISO Modifiche alla SCIA – art. 19 della L. 241/90 Sospensione dell’attività in caso di....